Nordic Oil FAQ: le risposte alle tue domande sul CBD

Header FAQ

Ultimo aggiornamento il 24 Giugno 2021

()

Abbiamo chiesto ai nostri clienti sparsi in tutto il mondo le cose che si sono sempre chiesti su Nordic Oil e sul CBD. Dal dosaggio ai test antidroga, dagli animali domestici ai prodotti, siamo qui per rispondere alle tue domande.

Qual è la differenza tra spettro completo, ampio spettro e isolato?

Molti consumatori e potenziali clienti sono spesso confusi dai diversi tipi di prodotti che trovano sul mercato e sono disorientati di fronte alla terminologia del CBD.
Ecco una breve spiegazione dei 3 tipi principali di CBD:

Spettro completo: i prodotti CBD a spettro completo contengono CBD insieme ad altri cannabinoidi. Vengono estratti dalla pianta anche i terpeni (gli oli essenziali della pianta di cannabis) e i flavonoidi. Le ricerche hanno scoperto che la combinazione di diversi cannabinoidi aumenta il cosiddetto effetto entourage, che porta a una sensazione di maggiore equilibrio.

Offerta di benvenuto

Ai nuovi clienti, offriamo un codice sconto del 12% sul primo ordine.
* Valido su tutti i prodotti Nordic Oil

Olio di CBD 15%
Icons/UI/fast-delivery Consegna rapida
Icons/UI/plant Creato dalla natura
Icons/UI/security Pagamento sicuro

Ampio spettro: Come nel CBD a spettro completo, diversi altri cannabinoidi e terpeni sono presenti nel CBD ad ampio spettro, tuttavia, in questi prodotti, il THC è stato completamente rimosso durante il processo di estrazione.

Isolato: I prodotti isolati sono la forma più pura di CBD. Tutti gli altri cannabinoidi e parti della pianta sono stati completamente rimossi.

Quanto CBD si può assumere?

L’efficacia del CBD varia da persona a persona. La concentrazione di CBD, il metabolismo e il peso corporeo possono influire su come il corpo risponde al CBD. Suggeriamo di iniziare con un dosaggio minimo e di aumentare leggermente di settimana in settimana finché non si sentono gli effetti. Per alcune persone, gli effetti del CBD si sentiranno immediatamente, ma per altre potrebbe essere necessario un certo numero di settimane prima che gli effetti si facciano sentire. Non si può fare un sovradosaggio di CBD, ma consumarne troppo potrebbe avere effetti come secchezza della bocca, diarrea e affaticamento.

Il CBD mi fa sentire “sballato”?

I nostri prodotti CBD non producono sensazione di “sballo”. Ciò è dovuto al fatto che contengono meno dello 0,05% di THC, il cannabinoide che causa lo “sballo”. Nei nostri processi di produzione rimuoviamo tutto il THC, lasciando solo i componenti benefici (test di terzi dimostrano che i nostri prodotti contengono meno dello 0,05% di THC).

Il CBD compare in un test antidroga?

In alcuni casi un consumo eccessivo di CBD può portare ad un risultato positivo del test antidroga. La ragione di ciò è che alcuni test antidroga riconoscono solo i cannabinoidi in generale e non fanno distinzione se si tratta di CBD o THC. In questo caso si dovrebbe sempre chiedere un esame del sangue; questi esami possono determinare quali cannabinoidi si sono consumati.
In ogni caso se si consumano i nostri prodotti a spettro completo non c’è da preoccuparsi! I nostri prodotti contengono solo quantità non rilevabili di THC, quindi è altamente improbabile che il risultato di un test antidroga sia positivo.

CBD, THC, CBG, CBC – cosa significano tutte queste abbreviazioni?

CBD = Cannabidiolo
THC = Tetraidrocannabinolo
CBG = Cannabigerolo (la madre di tutti i cannabinoidi)
CBC = Cannabicromene

Il CBD crea dipendenza?

No, il CBD non è una sostanza che crea dipendenza. La ricerca indica che il CBD raramente crea dipendenza ed è quasi impossibile andare in sovradosaggio. Il consumatore medio di CBD assume meno di 50 mg al giorno e una persona dovrebbe consumare 375 porzioni (o 18.750 mg) in un tempo molto breve per causare effetti potenzialmente dannosi. Per questo motivo, un sovradosaggio di CBD non è mai stato documentato.

Dove posso comprare CBD?

Puoi comprare CBD nei negozi specializzati locali, in alcune farmacie e online.

Posso dare CBD ai miei animali da compagnia?

Proprio come gli umani, anche i nostri animali da compagnia hanno un sistema endocannabinoide. Ulteriori studi dovranno essere condotti per fare una dichiarazione finale sulle proprietà farmacologiche del CBD sugli animali domestici. In ogni caso si consiglia sempre di consultare il proprio veterinario prima di somministrare CBD agli animali , specialmente quando l’animale soffre di qualche malattia.

Come si estrae il CBD?

Ci sono diversi modi per estrarre il CBD dalla pianta di canapa, i più noti sono con etanolo o CO2.
Il modo più delicato è l’estrazione supercritica di CO2. Con l’aiuto di basse temperature e pressione, l’estratto di canapa sarà delicatamente rimosso dalla pianta di cannabis e le contaminazioni saranno completamente eliminate.

Dovrei prendere il CBD solo prima di andare a dormire?

Il CBD non possiede proprietà psicoattive che possano dare un effetto stupefacente, e quindi non c’è bisogno di limitare il consumo di olio di CBD solo durante la notte. Si possono svolgere le attività normali quotidiane consumando olio di CBD in qualsiasi momento della giornata.
D’altra parte, se non riesci a dormire, il consumo regolare di olio di CBD può aiutarti a migliorare il tuo sonno. Gli studi hanno dimostrato l’effetto del cannabis nel sonno e come l’interazione con il sistema endocannabinoide regola il ciclo circadiano sonno-veglia per dormire bene.

Ti è stato utile questo post?

Clicca sulla stella per valutarlo!

Valutazione media / 5. Numero di voti:

Nessnun voto ancora. Sii il primo a votare il post!

Dato che hai trovato utile il post...

Seguici sui social media!

Connettiti su Facebook con altre persone che utilizzano il CBD
Vorresti conoscere l'esperienza di altri utenti di CBD? Hai domande sul CBD? C'è un gruppo CBD attivo su Facebook!

Pubblicato da Vicky Stocker

Nativa di Monaco di Baviera e traduttrice e interprete per l’inglese e il francese, il viaggio di Vicky in Nordic Oil è iniziato negli Stati Uniti. Da allora, ha scoperto i molteplici benefici del CBD sul corpo ma anche in particolare sulla pelle, che da allora è diventato uno dei suoi argomenti di ricerca e scrittura preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *